Gusti della terra

La tavola è pronta per Pordenonelegge

Come ogni anno in questo periodo le vie del centro di Pordenone si tingono di giallo, i corsi si affollano e nell’aria si respira quel tipico profumo

Gusti della terra

Friulano alias Tocai, un vino che risente del cambiamento

Prosecco o vitigni autoctoni? Questa è la domanda che da un po’ di tempo a questa parte si sente di più in Friuli-Venezia Giulia. Come

Radici nel tempo

Il Padre della (nuova) Patria

Qualche giorno fa, per svago personale, mi trovavo ad ammirare la bellissima basilica patriarcale di Aquileia. Seduto a margine di Piazza Capitolo, ho cominciato a pensare

Gusti della terra

La nostra regione al Vinitaly, tra passione e innovazione

Anche questa 50° edizione di Vinitaly è giunta al termine e come ogni anno la nostra regione torna a casa con un ricco bottino. La prestigiosa

Gusti della terra

Un menù per mangiare friulano

Nel corso del ciclo di articoli relativo alla cultura del mangiare friulano, si è visto quanto la nostra regione riesca a proporre un panorama di

L'oppure

Weekend di Pasqua: tutti gli eventi a Trieste

Vivere a Trieste vuol dire anche poter prendersi del tempo per sé, sedersi sul Molo Audace al tramonto, guardare il mare, godersi la brezza fresca

Gusti della terra

L’ont, burro fuso di malga

Prodotto fondamentale nella tradizione culinaria regionale, l’ont entra di diritto al’interno della cultura del burro tipica della cucina friulana. Già a partire dalla fine dell’Ottocento

Gusti della terra

Il burro, la golosità fatta cultura

Eccoci insieme per questo ultimo viaggio all’interno delle culture gastronomiche regionali. La cultura del burro rappresenta per il Friuli-Venezia Giulia uno dei baluardi culinari che

L'oppure

26-28 febbraio: weekend di svago a Pordenone

Weekend è sinonimo di svago e intrattenimento. E Pordenone non si fa mai mancare nuove opportunità per stupire il suo pubblico. Dal 26 al 28

Gusti della terra

Luganighe in salsa de Teran

Le luganighe in salsa de Teran (salsicce in salsa di Terrano), sono, senza dubbio, quanto di più legato alla cultura del maiale si possa mangiare