Il secondo appuntamento con Respirare Aviano online sarà un’occasione per approfondire le nostre radici.
Alessio Conte, dottorando in Storia presso l’Università di Padova, tratterà del declino della comunità italiana in Dalmazia tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, considerando le dinamiche e il contrasto culturale e politico tra italiani e slavi

Si tratta infatti di un argomento secondario rispetto alla questione ben nota del confine orientale e delle foibe, in cui centrali sono per lo più l’area del goriziano, del triestino e dell’Istria. Gli italiani di Dalmazia, oggi ridotti a poche centinaia, rappresentano una delle poche minoranze autoctone italofone esterne ai confini d’Italia, le cui origini e tradizioni del tutto particolari, risalenti all’epoca romana, passano attraverso diverse dominazioni, giungendo fino al Novecento. Coinvolta, quale minoranza, nel vortice dei nazionalismi scaturito alla fine del XIX secolo, quella dalmata subì non solo le conseguenze del secondo conflitto mondiale ma anche del primo, riducendosi largamente già all’epoca del fascismo, con conseguenze e impatti sulla vita della regione e della politica italiana tra le due guerre.

L’evento sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook de L’oppure, ma sarà anche possibile, per chi non avesse un profilo Facebookpartecipare direttamente alla videochiamata con il relatore su Zoom – si prega di scrivere a infoloppure@gmail.com per poter usufruire di questa possibilità. Entrambe le modalità di partecipazione permetteranno a tutti e a tutte di porre domande.

Il ciclo Respirare Aviano gode del patrocinio del Comune di Aviano.

Condividi: