Cultura, allegria e convivialità prendono piede a Pordenone, che apre le porte a un intenso periodo prenatalizio, proponendo appuntamenti di ogni genere.

Si parte venerdì 12 dicembre alle ore 16. 45, presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Armando Pizzinito -che attualemnte ospita una retrospettiva degli artisti Guidi e Vettori– dove si svolgerà un incontro all’insegna del profumo, in collaborazione con Gea e la partecipazione del nostro assessore alla cultura Claudio Cattaruzza.

Lo scrittore Andrea di Robilant, auotore e giornalista intenazionale di repubblica e La Stampa, ci narreà la storia della rosa Moceniga, ripercorrendo in chiave storica e romanzesca le origini misteriose di questo fiore, arricchendole di stravaganti e imprevedibili aneddoti.

Si passa poi all’inaugurazione della mostra fotografica “La casa in riva al mare“, promossa dall’Assessorato alla cultura in collaborazione con la Casa circondariale di Pordenone e con l’Ambito distrettuale Urbano 6.5.

Il progetto didattico, che ha coinvolto sedici detenuti di varie nazionalità, è stato curato dal fotografo Giancarlo Rupolo, il quale ha consegnato nelle mani degli stessi un mezzo di comunicazione ed esepressione, qual’ è la macchina fotografica, invitando a costruire un percorso soggettivo della propria eseprienza:
le immagini che ne sono affiorate testimoniano molto di più che la vità all’interno di una “realtà ristretta”.

Si termina la sera con l’esibizione musicale in piazza XX Settembre, alle ore 18, del Coro Giovanile Studentesco SingIN di Pordenone, che ravviverà la già allegra atmosefra delle casette enogastronomiche, aperte fino alle 24. Un momento di musica e convivialità, che vedrà sul palco 40 studenti provenienti da diversi istituti pordenonesi, diretti da Ambra Tubello e Dewis Antonel, cimentarsi in repertori molto disparati, classici e moderni.

Inoltre altri giovani animeranno la serata con un concerto che avrà luogo poco lontano alle 19, presso il bar Bianco e Rosso: si assisterà all’esibizione del gruppo “Souled Out” e a seguire quella della classe di canto moderno della Scuola di Musica Città di Pordenone.

Condividi: