Radici nel tempo

Il soviet di Pravisdomini

Lo sapevate? Pravisdomini, il “Prato del Signore”, piccolo centro agricolo disperso nelle campagne pordenonesi, feudo dei signori di Panigai, dei Della Frattina e, dal 1420,

Pausa caffè

In “Sono tornato” “Lui è tornato”?

Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se un personaggio tra i più famosi, vissuto più di settant’anni fa, tornasse in vita nei giorni nostri? Cosa

Radici nel tempo

Il fascismo in cattedra: il controllo delle coscienze giovanili

La scuola ha sempre avuto un enorme potere: formare la coscienza dei giovani. Per questo, durante il regime fascista, scuola e università sono stati due

Pausa caffè

Una giornata particolare: la narrativa del distacco

Una giornata particolare, film del 1977 diretto da Ettore Scola, riassume il significativo e drammatico incontro tra due persone: Antonietta, impersonata da Sophia Loren, una

Radici nel tempo

Gino Luzzatto: un profilo

La storia di Ca’ Foscari non può esser raccontata senza passare per coloro che, nel corso dei suoi 150 anni, contribuirono a darle lustro. Tra

Radici nel tempo

Quando Ca’ Foscari era fascista

Quando si parla di studi e di Venezia non si può fare a meno di pensare all’ateneo per eccellenza della Laguna, indissolubilmente legato alla sua

Radici nel tempo

Tra Italia e Jugoslavia: la questione delle foibe

Dall’anno 2004 in Italia ogni 10 febbraio viene celebrato il Giorno del Ricordo per rendere omaggio a tutte le vittime delle foibe e delle centinaia

Radici nel tempo

Il Ventennio fascista pordenonese

Le barricate di Torre furono l’ultimo estremo baluardo contro il fascismo a Pordenone. Nelle settimane e nei mesi successivi le intimidazioni e le violenze non

Radici nel tempo

E a Pordenone arrivarono le Camicie nere

Che l’Italia sia la culla del fascismo è ben noto: Mussolini, la Marcia su Roma, le “Leggi fascistissime”, i Patti lateranensi, la guerra in Abissinia,

Radici nel tempo

Occupazione e resistenza

Il nome di Trieste è diventato famoso nell’ultimo secolo per le vicende che interessarono il confine orientale italiano a partire dalla Grande Guerra fino al