Radici nel tempo

Gli anni di piombo e la Strage di Peteano

Periodo buio per l’Italia intera che va dalla fine degli anni ‘60 agli inizi degli anni ‘80, gli Anni di piombo hanno segnato drammaticamente la

Radici nel tempo

La dama bianca di Duino

Davanti a voi una donna pallida in eteree vesti bianche si muove come se levitasse invece che camminare. Silenziosa si aggira a tarda notte fra

Radici nel tempo

Giovanni da Colonia e Nicolas Jenson: stampatori a Venezia

A Venezia, circa nel 1470, emergono due importanti stampatori: Giovanni da Colonia e Nicolas Jenson. Giovanni da Colonia è un tipografo tedesco, il primo grande

Radici nel tempo

Nascita e sviluppo di un Villaggio Operaio. La storia di Panzano

Il Villaggio operaio di Panzano nasce nel 1908, dopo che i due fratelli lussignani Alberto e Callisto Cosulich decisero di  costruire in questo territorio il

Radici nel tempo

Marquardo di Randeck e la Guerra di Chioggia

Nell’anno 1378, Marquardo di Randeck sedeva sul seggio patriarcale di Aquileia. Già legato imperiale presso la corte papale di Avignone, in seguito vescovo di Augusta

Radici nel tempo

Il ritiro austriaco

Casarsa, estate 1918. Lungo la ferrovia che porta a Udine ci sono delle mitragliatrici: servono a scortare i treni militari diretti al fronte. Molti soldati

Radici nel tempo

Le maschere e i riti del Carnevale friulano

Quella del Carnevale è la ricorrenza più dirompente dell’anno. E’ il momento successivo all’Epifania quando le giornate iniziano a essere più luminose e le comunità

Radici nel tempo

El carneval de Muja xe ‘na roba seria.

Quando pensiamo al carnevale non possiamo che fare riferimento allo sfarzo giocoso e goliardico di una delle manifestazioni storiche più famose al mondo per le

Radici nel tempo

La storia sulla pelle, in ricordo di Bruno Tavoso: un lungo e tormentoso viaggio verso il campo di prigionia

A pochi giorni dal Giorno della memoria è mancato Bruno Tavoso, Cavaliere al Merito della Repubblica, Presidente onorario della Sezione Portogruarese dell’A.N.M.I.G., l’Associazione Nazionale Mutilati

Radici nel tempo

Il fascismo in cattedra: il controllo delle coscienze giovanili

La scuola ha sempre avuto un enorme potere: formare la coscienza dei giovani. Per questo, durante il regime fascista, scuola e università sono stati due