La serata inaugurale di Respirare Aviano è alle porte, e come da programma ci sarà una interessantissima degustazione fornita dalla Latteria di Aviano, una bellissima realtà che da oltre 90 anni delizia i palati dei pordenonesi e non solo con prodotti eccellenti tipici del territorio.

 

La Latteria di Aviano nasce nel 1919, situata ai piedi del monte Cavallo, produce, utilizzando solo latte vaccino del territorio a km 0, formaggi e prodotti caseari di ogni tipo, dal burro alle mozzarelle fino al mitico e inimitabile Formadi Frant.

La filosofia del casaro è di quelle piuttosto semplici, ma molto efficaci.

 

“La sveglia suona sempre presto, anzi prestissimo, nelle fredde mattine d’inverno, ma anche in quelle frizzantine dell’estate, il sacrificio del prematuro risveglio si accompagna allo spettacolo dell’alba che inizia. E così si arriva in caseificio dove, tutte le mattine, il naso si riempie dei profumi del latte che arriva, ancora caldo, e pervade con la sua fragranza la stanza.
E inizia il rituale, sempre lo stesso, da anni, ma ogni giorno è diverso. “

 

Un rituale; proprio questo è ciò che fa grandi i prodotti della latteria. Alcuni di questi li degusteremo nel corso della serata, andiamo a scoprire quali!

 

  • Costa d’Aviano a latte crudo: Formaggio fresco e saporito, grazie alla trasformazione del latte a crudo conserva tutti i profumi e gli aromi caratteristici della materia prima. Spugnato a mano in crosta con una composizione di acqua e sale assume un gusto intenso. Ideale da solo per godere a pieno dei suoi aromi, o fuso per arricchire piatti in cucina.

 

  • Latteria d’Aviano mezzano: Il formaggio Latteria ha una storia antica, molto importante per il territorio friulano. Grazie ad esso infatti, all’inizio dell’Ottocento, sono nate le prime Latterie Sociali Turnarie. Il Latteria D’Aviano mezzano ha un gusto pieno e deciso caratterizzato da una buona sapidità. Un formaggio ricco di sapori ottimo da gustare al naturale o accompagnato da mostarde o confetture.

 

  • Latteria d’Aviano stagionato: L’uso di questo formaggio risale alle tradizioni antiche delle Dolomiti.
    É assai diffuso in montagna ed è ottimo come secondo piatto. Prodotto senza sale, si cucina alla piastra o in una pentola antiaderente senza aggiunta di condimenti. Dopo pochi minuti, al formarsi di una leggera crosta, è pronto per essere gustato.

 

  • Il Modesto: Preparato dalle sapienti mani del casaro, stagionato come un tempo in cantine ricoperte di tufo e posato su tavole di abete, lasciato a riposare su un letto di paglia a maturare seguendo il ritmo delle stagioni.
    Così nasce questo formaggio dal gusto forte e intenso come vuole la tradizione.

 

Queste sono solo alcune delle prelibatezze che andremo a degustare nel corso della serata, non mancheranno il formaggio ubriacato nelle vinacce dello Schioppettino e svariati crostini con speck e Formadi Frant, gorgonzola e noci e raclette di Costa di Aviano, oltre a diversi abbinamenti a sorpresa.

Che dire, un’idea ormai ve la sarete fatta e siamo certi che vi sia venuta anche un po’ d’acquolina, non vi resta che partecipare alla serata inaugurale di Respirare Aviano e scoprire questa bellissima realtà e i suoi prelibati prodotti!

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi: