Durante l’incontro con Enzo Santese di ieri abbiamo avuto modo di comprendere che cosa intenda lui per “abito della vita“, non un mero abitus che fa il monaco, ma un vero e proprio modo d’essere che può esprimersi in luoghi e occasioni diverse. L’ispirazione arriva dalle piccole cose, o per citare le parole del poeta “nei luoghi vibra il genius loci”.

Oltre alla spiegazione dell’ultima opera del poeta, Verde acqua: versi in trasparenza

Condividi: