Altra settimana ricca di appuntamenti in questa estate friulana tutta da vivere. Approfondiamo e scopriamo insieme tre dei principali eventi che ci aspettano.

In occasione della manifestazione Carniarmonie 2015 segnaliamo tre concerti di sicuro interesse. Si parte da Martedì 28 luglio, quando, a Paluzza a partire dalle ore 20.45 presso la Sala Cinema Daniel, si terrà il concerto del Friuli Venezia Giulia Gospel Choir. Il coro, fondato da Rudy Fantin e Alessandro Pozzetto, si rifà ai contenuti, allo stile e al repertorio Gospel moderno americano accanto al quale avvicina spesso anche generi Funk, Soul, R’nB, Pop, Jazz, Rock e Latin. I vari artisti che compongono il coro si distinguono anche come ottimi solisti e molto spesso si sono esibiti con al fianco di artisti americani in tour in Italia e all’estero. L’attività artistica di successo, iniziata nel 2003, ha portato il FVG Gospel Choir ad esibirsi in palcoscenici importanti e rinomati come l’Arena di Verona. Mercoledì 29 invece sarà il turno dell’Orchestra Accademia d’archi Arrigoni che si esibirà, a partire dalle 20.45, presso la Pieve di Santa Maria Annunziata di Castoia a Socchieve. L’orchestra, composta da Cristian Sebastianutto al violino, Leo Morello e Marco Venturini al violoncello, sarà diretta da Domenico Mason ed eseguirà opere di Vivaldi, Haydn, Mozart e Rota. La pieve di Santa Maria Annunziata, una delle più importanti pievi della Carnia, con all’interno pregevoli arredi del secolo XV e XVII, farà da splendida cornice dell’evento. Giovedì 30 a Verzegnis, presso la VerzegnisArena, dalle 20.45, si esibirà infine la cantautrice friulana Giulia Daici con lo spettacolo Tal cîl des Acuilis, titolo che dà il nome anche al suo ultimo album che si è classificato secondo alle Targhe Tenco 2013 come miglior “Album in dialetto (e lingua minoritaria)”. L’artista sta ora portando in giro questo spettacolo musicale, prevalentemente in lingua friulana, per raccontare il Friuli attraverso gli occhi di un’Aquila in volo. Parlando di sé stessa, delle sue emozioni e del suo legame con la propria terra, nei suoi brani Giulia diventa specchio di tutta l’anima friulana, di cui l’Aquila è il simbolo per eccellenza. Per maggiori info è disponibile il sito della rassegna.

Mercoledì 29 luglio si aprirà le sesta edizione dell’Aquileia Film Festival, particolarissima rassegna internazionale dedicata al cinema archeologico. I film in concorso quest’anno consentiranno al pubblico di fare un tuffo nel passato della più antica città sommersa del mondo, di scoprire le tombe congelate dei guerrieri sciti nelle steppe della Mongolia, di conoscere i segreti degli scriba e le memorie della prima guerra mondiale nei ritrovamenti di Punta Linke. La manifestazione durerà fino a venerdì 31 luglio e vedrà la partecipazione di grandi studiosi e divulgatori scientifici come Simona Rafanelli, Stefano Cantini, Luciano Canfora e Alberto Angela con i quali saranno organizzati incontri di approfondimento. Durante le tre serate del festival a partire dalle 21.00 verranno proiettati in piazza Capitolo, davanti alla maestosa Basilica dei Patriarchi, i cinque documentari scelti tra i capolavori della produzione internazionale e ogni sera il pubblico potrà votare il film preferito decretando così il vincitore del Premio Aquileia, un prezioso mosaico realizzato dalla scuola Mosaicisti di Spilimbergo. L’ingresso della manifestazione è gratuito e, in caso di pioggia, le proiezioni si terranno nella sala romana affacciata su piazza Capitolo. Per ulteriori informazioni consultare il sito di Fondazione Aquileia.

Segnaliamo infine la presenza dello scrittore Marcello Fois a Lignano, giovedì 30 luglio dalle 18.30, nel contesto della manifestazione Incontri con l’autore e con il vino. L’occasione arriva dalla sua ultima prova narrativa, Luce perfetta, uscita nelle settimane scorse per Einaudi. Fois è uno degli autori più amati dai lettori italiani e si distingue per essere attivo anche nel campo teatrale, radiofonico e della fiction televisiva. Giovedì, al Palapineta, l’autore parlerà della sua ultima prova letteraria che costituisce la terza parte della saga della famiglia Chironi dopo Stirpe e Nel tempo di mezzo. Gli anni Ottanta tra citazioni letterarie, musica pop e vicende legate alla storia nazionale recente in una Sardegna che fa i conti con il passato: Luce perfetta è un romanzo che pone domande sulla contemporaneità e sul tempo in una continua tensione drammatica servita da una struttura rigorosa, grande ritmo e da una scrittura sempre tesa e vigile. L’incontro sarà accompagnato dai grandi vini dell’azienda Ca’ Ronesca, selezionati dall’enologo Giovanni Munisso. L’ingresso è libero, ulteriori informazioni consultando il sito dell’Associazione Lignano nel terzo Millennio che si occupa dell’organizzazione dell’evento.

L’augurio è che possiate divertirvi e trascorrere piacevoli momenti con gli eventi di questa settimana. Buona settimana a tutti!

Condividi: